Lo champagne Ruinart, le bollicine che possono accompagnare un intero menu

50

Anche se lo champagne è generalmente servito come aperitivo o anche come dessert, raramente accompagna un intero pasto. Eppure è un vino che, come nessun altro, può essere combinato con molti piatti. A tavola, lo champagne è un vino non proprio come gli altri. Ciò che lo differenzia dagli altri non è proprio la sua palette di gusti, anche se alcuni champagne Ruinart offrono sfumature che non si trovano su nessun vino bianco fermo. La vera differenza sono ovviamente le bollicine che svolgono un ruolo essenziale negli abbinamenti culinari.

Champagne di accompagnamento ad aperitivo e antipasti

Partiamo dall’aperitivo, ciò che conta in questo momento del pasto è la freschezza e la delicatezza delle bolle di accompagnamento. Con uno champagne leggermente vivace e cristallino, come un classico e perfetto Ruinart Blanc de Blancs prodotto esclusivamente con Chardonnay quasi sempre a basso dosaggio, l’aperitivo sarà perfettamente bilanciato. Sia che si opti per il classico aperitivo all’italiana a base di prosciutto crudo, scaglie di parmigiano, tagliata di formaggi e salumi completa, sia che ci si estenda anche ai frutti di mare la sua scelta è sempre azzeccata. Un accorgimento però va fatto, attenzione ai condimenti troppo ricchi, questi potrebbero scavalcare la delicatezza del vino. Con questo stesso champagne si può continuare anche l’antipasto se esso è a base di crostacei e pesce (ostriche, salmone affumicato, piatti di pesce, tartare di pesce, sushi e sashimi, terrine di pesce o crostacei). La versatilità del Blanc de Blancs è la sua carta vincente.

Il piatto principale e il suo abbinamento a bollicine

La maggior parte dei pasti principali che farà parte di un menù la cui centralità appartiene all’abbinamento con il giusto champagne, prevederà senza dubbio un piatto a base di pesce o altri frutti di mare, cotti in salsa cremosa o un leggermente piccanti. Siano essi primi piatti o secondi, le bollicine possono infatti rivelarsi problematiche con la delicata polpa di un pesce che viene appena cotto in camicia o cotto al forno senza una finitura particolare. In soccorso a queste peculiarità di cottura arriva il Dom Ruinart, dal colore giallo chiaro con leggeri riflessi verdi ed effervescenza delicata e vivace. Per i pasti a base di carne il giusto abbinamento risulta virare verso uno champagne a componente preponderante di Pinot Nero invecchiato.

Lo champagne Ruinart e l’esperienza d’acquisto online sul sito Millésima

Grazie all’avvento del web e degli ecommerce il mondo non è mai stato così vicino e alla portata di tutti. È il caso degli champagne francesi che possono giungere comodamente a casa tua grazie ad un semplice click. Sul sito Millésima infatti è possibile acquistare ogni prodotto desiderato, scegliere la quantità, oltre che l’anno di produzione e quindi la versione più giovane o più invecchiata del prodotto. La spedizione è gratuita. Organizzare una cena tra amici che diventa così un percorso di degustazione di sapore e bollicine non è mai stato così semplice. E allora cin cin.