La Sicilia: un viaggio che inizia dalla prenotazione della nave

42

La Sicilia è tra le mete turistiche che, specialmente in estate, attirano i viaggiatori.

Questa isola, la più grande del Mediterraneo, offre anche ottime alternative al classico e tipico turismo estivo balneare.

Monumenti, palazzi storici, borghi e centri storici tra i più importante d’Europa sono un’ottima alternativa per quanti vogliono trascorrere le vacanze potendo godere della bellezza dei reperti storici e della cultura che contraddistingue questa regione.

Come raggiungere la Sicilia?

Per poter raggiungere la Sicilia, la traversata via mare è la soluzione maggiormente scelta.

È possibile imbarcarsi dai vari porti di partenza sparsi sull’intero territorio nazionale. Si pensi, ad esempio, a Genova, Cagliari, Civitavecchia, Reggio Calabria, Napoli, Salerno e Villa San Giovanni.

Tra i porti di arrivo vi sono Palermo, Porto Empedocle, Pozzallo, Termini Imerese, Trapani, Augusta, Catania, Marsala e Messina. Da non dimenticare anche le Isole Egadi ed Eolie.

Acquistare il biglietto valido per il viaggio in traghetto, è un’operazione piuttosto semplice, veloce che può condursi online attraverso le piattaforme dedicate.

In pochi click, inserendo dati relativi a passeggeri, data di partenza ed eventuale veicolo da imbarcare, si potrà ricevere, nella propria casella di posta elettronica, il biglietto nave Genova Palermo, o di qualsiasi altra tratta scelta.

Perché scegliere la Sicilia come meta?

Tra le motivazioni che spingono i turisti a scegliere la Sicilia come meta, vi è il clima mediterraneo che permette di fare un tuffo nelle acque cristalline anche in mesi come settembre oppure ottobre.

La ricca e variegata tradizione enogastronomica, gli scorci ideali per un selfie oppure una foto per l’album ricordo, ed ancora cultura e monumenti testimoni della storia millenaria del territorio e dei popoli che si sono susseguiti.

Cosa vedere a Palermo?

Palermo, capitale dell’isola, vanta un centro storico definito dall’UNESCO come il più grande d’Europa. Ciò, in quanto è ricco di monumenti e palazzi meritevoli di una visita.

Il Teatro Politeama, ad esempio, è stato inaugurato nel 1874. La sala a ferro di cavallo, la doppia file di palchi ed una galleria divisa in due ordini è la struttura interna dell’edificio. All’esterno, invece, una quadriga bronzea con il dio Apollo sormonta l’arco dell’ingresso. Ad oggi, è sede dell’Orchestra Sinfonica Siciliana.

Il Teatro Massimo è il più grande teatro lirico d’Italia, ed uno dei più importanti d’Europa. È stato costruito nella seconda metà dell’Ottocento ed è caratterizzato da decori pregiati, lavorazioni laccate in oro, in perfetto stile neoclassico. Ai lati della scalinata di ingresso vi sono due leoni che sorreggono le allegorie della tragedia e della lirica.

Piazza Vigliena è contraddistinta, nei quattro angoli, da statue barocche che rappresentano le quattro stagioni dell’anno, i tre viceré spagnoli e Carlo V e, infine, le quattro Sante Patrone della città prima dell’avvento di Santa Rosalia.
In Piazza Pretoria, nota come Piazza della Vergogna, deve il suo nome alla presenza della fontana resa memorabile da statue nude. È situata di fronte al monastero delle suore di Clausura di Santa Caterina.
La Cattedrale di Palermo è un insieme di stili ed architetture diverse che ne testimoniano la storia dell’edificio stesso. Fu edificata nel 1185 circa, dedicata alla Santa Vergine Maria Assunta, e dal 2015 fa parte del Patrimonio UNESCO relativamente all’itinerario

Arabo – Normanno che comprende anche le città di Monreale e Cefalù.

Questi son soltanto alcuni dei monumenti della città di Palermo. L’unico modo per conoscere e scoprire questa sorprendente quanto ricca terra è organizzare un soggiorno in loco, preparare le valigie e partire.