Struccarsi Correttamente: Prodotti ed Errori da Evitare

132

Truccarsi è una fase essenziale della propria beauty routine ed è il momento in cui si esprime al meglio la cura che si dedica alla propria pelle.

A tutti è capitato di fare troppo tardi la sera e pensare di andare a dormire senza struccarti.

Si tratta di un errore gravissimo che si dovrebbe ad ogni costo evitare di commettere.

Eliminare adeguatamente ogni traccia di ombretto, mascara, fondotinta e rossetto è un’operazione indispensabile perché trucco e smog che posano sul viso durante il giorno ostruiscono i pori della pelle impedendo alla pelle di respirare.

Questo tra l’altro oltre a danneggiare l’epidermide, è causa di invecchiamento precoce.

Struccarsi nel modo giusto a fine giornata è un’operazione tanto semplice quanto essenziale per mantenere la pelle fresca e luminosa, garantendo al viso il massimo benessere e splendore. Ecco i passaggi da seguire per struccarsi al meglio.

Tutti gli step per struccarsi nel modo giusto

Secondo gli esperti del trucco, il make up dovrebbe essere rimosso a partire dalle labbra, eliminando per prima cosa il rossetto, per poi passare al resto del viso e in ultimo alla zona più delicata degli occhi.

La pulizia del trucco andrebbe sempre terminata con un tonico addolcente che ripristini la giusta idratazione dei tessuti. Clicca qui per conoscere il prodotto ideale e scopri lo struccante waterproof occhi, formulato con arginina e taurina e concepito per eliminare il trucco più resistente mantenendo protette ciglia e palpebre e lasciandole perfettamente deterse.

Quando ci si accinge a struccarsi è bene scegliere subito se procedere con un dischetto di cotone o con una velina, eliminando il rossetto dalle labbra in maniera leggera, con l’ausilio di un detergente delicato.

Dopo aver struccato del tutto la bocca, si procede con il resto del viso, effettuando movimenti circolari che partono dal naso estendono verso guance, fronte, zigomi e mento.

Ogni movimento va ripetuto sempre dall’interno verso l’esterno.

Pulito il viso si passa alla zona occhi, ponendo attenzione a rimuovere il trucco sia dalla palpebra superiore che da quella inferiore, oltre che dalle ciglia.

In caso nella zona occhi si abbia difficoltà a rimuovere piccoli residui di trucco, è possibile aiutarsi con un cotton fioc imbevuto di acqua micellare.

Conclusa la fase di pulizia, si può applicare la propria crema idratante abituale per sentire subito la pelle fresca e luminosa.

Quali prodotti usare

Esistono diversi tipi struccanti destinati a soddisfare le più variegate necessità e a rispondere ai bisogni di tutti i tipi di pelle, dell’età e delle abitudini.

Ecco di seguito alcune delle texture di uso più comune.

L’acqua micellare, ovvero un prodotto rivoluzionario per la pulizia del viso che, con un solo passaggio, rimuove trucco e impurità da pelle, occhi e labbra senza bisogno di risciacquo.

Il latte e il tonico: un binomio classico che prevede un uso combinato dei due prodotti, prima il latte pulente, poi il tonico addolcente e rinfrescante, necessario a ristabilire il pH della pelle.

Il balsamo struccante, con una inconfondibile corposa consistenza, molto indicato per la pelle secca.

I prodotti a risciacquo come gel o mousse, che producono un’abbondante schiuma detergente con cui rimuovere tutto il trucco e le impurità e che risultano consigliabili in caso di pelle mista e grassa.

Infine, le salviettine struccanti, estremamente pratiche ma non ideali se usate tutti i giorni perché tendono a disidratare la pelle e a provocare irritazione su quella più sensibile.