Come scegliere forbici professionali da parrucchiere?

198

I parrucchieri utilizzano forbici professionali che rappresentano non soltanto uno strumento di lavoro, ma anche un alleato per la propria creatività. A prescindere dal fatto che tu eserciti questa professione, potresti avere la necessità di reperire delle forbici di buona qualità, magari da avere in casa per delle “spuntatine” d’emergenza. In ogni caso, la scelta dello strumento da utilizzare è di particolare importanza e va condotta prendendo in considerazione le specifiche esigenze e le qualità delle diverse forbici: ecco una guida per scegliere le migliori forbici professionali da parrucchiere.

La qualità di taglio delle lame

Ci sono alcuni elementi che occorre valutare quando si tratta di acquistare una o più forbici da parrucchiere: uno di questi è rappresentato dal taglio delle lame. Naturalmente, tutte le forbici possiedono due lame che si muovono ruotando intorno al perno sulla scorta della pressione della mano; tuttavia, non tutte le forbici possono assicurare la medesima precisione e qualità di taglio.

Da questo punto di vista, non conta soltanto l’affilatura delle lame, ma anche la tecnologia in base alla quale i due fendenti entrano in contatto nella parte che effettivamente fa il taglio. Quest’ultima, a sua volta, dipende dal materiale con cui vengono costruite le forbici per cui si può dire che per scegliere gli strumenti migliori è necessario scegliere tra quelli costruiti con materiali di qualità, come l’acciaio temperato con l’eventuale presenza di copertura in ceramica per assicurare una maggior durezza allo strumento.

Va aggiunto che un set di forbici ideale comprende anche dei modelli specifici per i mancini. Normalmente, gli strumenti solitamente usati dai parrucchieri sono costruiti sulla base di una impugnatura a destra, in modo comunque da offrire – grazie alla non perfetta simmetria delle due componenti – la possibilità di utilizzo da parte dei non destrorsi. Tuttavia, è frequente che i produttori si limitino a modificare soltanto l’impugnatura, ma non le lame: ciò determina problemi sulla qualità del taglio e rende più difficile l’impiego dello strumento. Ecco perché è importante, in questi casi, utilizzare una specifica forbice per mancini, la cui caratteristica principale è di includere lame invertite rispetto agli strumenti tradizionali, in modo da poter essere utilizzati con comodità anche da parte dei mancini.

Dimensioni delle forbici

Per scegliere delle forbici perfette è anche necessario valutare il livello di comodità delle stesse: si può dire che ad ogni mano corrisponde una forbice ideale. Ad esempio, alcuni parrucchieri preferiscono lavorare con forbici corte, altri invece utilizzano quasi esclusivamente forbici lunghe, senza contare che a volte anche il tipo di taglio che si intende effettuare può incidere sulla tipologia di forbici utilizzate.

Se non hai bisogno di svolgere un lavoro di qualità professionale, ma vorresti unicamente avere a disposizione qualche alternativa fra cui scegliere per realizzare tagli differenti, il nostro consiglio è quello di scegliere un paio di forbici di diversa lunghezza e tipologia. In particolare, le forbici con lama lunga dovrebbero essere necessarie per tagli di grossa dimensione, mentre quelle di media lunghezza risultano ideali per la definizione e per lo sfoltimento della massa.

Impugnatura

Anche l’impugnatura vuole la sua parte. Sapevi che esistono ben tre diversi tipi di impugnature nelle forbici da parrucchiere? Oltre alla sensazione e all’ergonomia, infatti, il parrucchiere che si appresta a scegliere una forbice valuta anche la stessa tipologia di impugnatura, scegliendo fra i tre modelli basici:


– l’impugnatura opposta, normalmente quella più utilizzata;
– l’impugnatura simmetrica (si tratta delle forbici di base);
– l’impugnatura offset o semi-asimmetrica, che permette di mantenere una posizione del gomito più bassa durante il taglio, rendendo più semplice e meno faticosa la prestazione.

Accanto a queste tipologie si sta diffondendo anche un nuovo design, dedicato soprattutto ai professionisti che hanno bisogno di una impugnatura più larga (per le maggiori dimensioni delle mani o perché, ad esempio, utilizzano l’anulare per mantenere la forbice): si tratta dell’impugnatura asimmetrica, che, facendo leva sul pollice, riduce l’estensione eccessiva di questo dito alleviando la tensione all’avambraccio.

Se non hai esigenze professionali, potresti valutare di acquistare uno di questi tipi di forbici, ma un buon set di forbici da parrucchiere dovrebbe contenere almeno un modello di ciascuna impugnatura, così da poter impiegare questi strumenti per tecniche e stili diversi di taglio.