Shatush

Bellezza - Capelli
Cos´è lo Shatush

Cos´è lo Shatush
Lo Shatush è una tecnica di scoloritura dei capelli che dà l´effetto "nature" ai capelli come fossero schiariti da sole e acqua del mare.
E´ una parola della lingua persiana e signica "il piacere dei re" ed è il nome dato a un determinato tipo di stola tessuta del pelo più sottile e nascosto dell´antilope tibetana. Questo pelo così sottile e difficile da lavorare richiedeva la migliora abilità dei tessitori del Kashmir per poterlo lavorare ed è questo il motivo per cui lo shatush è un tessuto molto prezioso. Da qui l´associazione a questa pregiata tecnica estetica che richiede grandissima abilità.


Lo Shatush è uno dei più grandi trend nel mondo delle chiome, merito anche di note vittime dello Shatush addiction ovvero le top model Bianca Balti, Gisele Bundchen e Bar Rafaeli ma anche le splendide Jennifer Aniston, Sarah Jessica Parker, Belen Rodriguez, solo per citarne alcune. Lo Shatush nasce nei saloni americani degli anni ´60 per poi rilanciarsi nell´ultimo decennio grazie ad alcuni hair-stylist come il nostro Aldo Coppola.


Procedimento


Procedimento
<br />
La particolare tecnica dello shatush necessita diversi step. Per prima cosa è necessaria una cotonatura, i capelli vengono separati in ciocche e su ogni ciocca bisogna usare il pettine nella direzione opposta al capello, verso le radici. In questo modo si crea il cosiddetto effetto "nuvola", una vera e propria palla di capelli molto arruffati che si concentra attorno alle radici mentre la parte di capelli non interessata dalla cotonatura, che sarà svolazzante, sarà quella da scolorire e di fatto creerà l´effetto Shatush.
Sui capelli non cotonati, difatti, viene applicata una sostanza schiarente, un decolorante a bassi volumi dalle lunghezze verso l´alto per ottenere una schiarita di due/tre toni rispetto al colore originario, naturale. Vengono quindi prese piccollissime ciocche e schiarite con un pennello una per una, fino a giungere alle radici, lasciando il tempo della messa in posa, circa un trenta/quaranta minuti nel quale affidarvi a una lettura o chiedervi chi ve lo ha fatto fare o semplicemente sapere che il vostro sforzo sarà gratificato.


Passati quei quaranta minuti circa i capelli vengono lavati e la sostanza schiarente viene tolta e ora viene il bello; la parte che è rimasta ancora bella e cotonata, la "selva" rimasta presente sulla calotta cranica, viene tolta pettinando verso il basso la parte interessata con pettini microscopici con la funzione di districare definitivamente la chioma.


Ora serve usare un prodotto "riflettente" in base alla tonalità prescelta che agisce solo sui capelli trattati con lo schiarente, conservando le radici del colore naturale. Viene ora effettuato l´ultimo lavaggio e infine procedere all´asciugatura con la piega desiderata. Dopo averli asciugati e pettinati viene fuori nella sua bellezza l´effetto Shatush.
E´ una tecnica impegnativa, dispendiosa che richiede molta precisione motivo per cui si traduce anche in un conseguente esborso economico, commisurato al notevole sforzo profuso.


Effetti e differenze

Effetti e differenze
La tecnica dello Shatush crea un effetto molto affascinante e naturale sui capelli che appaiono ricchi di riflessi, evitando l´effetto "striscia" tipico dei colpi di sole con la conseguenza che non bisogna coprire la ricrescita poichè non ci sono più strisce da coprire, ma diversi riflessi. E´ solitamente consigliato su una chioma lunga, magari con taglio scalato ma comunque almeno sotto le spalle, per rendere più evidente il contrasto tra le ciocche.


Detto dei tradizionali colpi di sole che anche se realizzati bene a volte hanno un aspetto poco naturale, finto e che non sono particolarmente amati dalle donne poichè le rendono schiave della ricrescita, vi sono altre e differente tecniche simili allo Shatush.
Il Balayage è per esempio una tecnica che schiarisce alcune zone di capelli, le punte e le lunghezze per donare dei riflessi chiari, non troppo impegnativi. I capelli vengono ritonalizzati e schiariti dalla radice alle punte senza dividere in ciocche nè effettuare una cotonatura con il risultato di colpi di luce più evidenti e capelli illuminati più uniformemente.


La tecnica di schiaritura dell´Ombrè hair prevede invece che vengano colorate solo le punte con una tinta che vira gradatamente verso il colore naturale, le radici non vengono toccate.
Vi è inoltre l´Uplighting in cui le punte vengono schiarite di un tono o due rispetto al resto della chioma regalando un interessante effetto bicolor.
Se si ha molta pazienza si può provare anche il Paneling dove tutte le ciocche vengono schiarite con sfumature diverse dalla base alle punte, regalando così un effetto volume.



Tag:


Presente in:

Bellezza - Capelli

CONDIVIDI CON I TUOI AMICI E CONOSCENTI
Partecipa anche tu alla discussione *
Elenco articoli in archivio
Selezionare l'anno

(non ci sono ancora articoli in archivio per questa sezione)