Le fashion week di febbraio e qualche curiosità

85

Calato il sipario sulle passerelle di gennaio ecco le novità delle prossime sfilate di febbraioTerminate le fashion weeks di gennaio, dedicate soprattuto alla moda maschile, si pensa ora al mese di febbraio, durante il quale protagoniste saranno le nuove collezioni donna. Si inizia a New York, con la settimana della moda che si terrà per l´ultima volta nella storica sede del Lincoln Center, dal 12 al 19 febbraio. Dal prossimo anno infatti la fashion week della Grande Mela si svolgerà in un´altra location, ma ancora non è stato reso noto dove. A Londra le modelle sfileranno in passerella tra il 20 e il 24 febbraio, mentre a Milano tutto è pronto per la fashion week nostrana tra il 28 febbraio e il 3 marzo. A Parigi si aspetterà l´inizio delle sfilate il 4 marzo per 7 giorni interi di kermesse. E se gennaio ci ha fatto ben presagire cosa vedremo in vetrina nei prossimi mesi soprattutto per quanto riguarda l´abbigliamento uomo, già si immagina cosa sfilerà in passerella tra le collezioni femminili. La moda uomo di quest´anno si preannuncia eclettica e raffinata. Reinterpretazione del classico con uno sguardo al futuro. Uno stile sobrio ma mai banale quello di cui si fa protagonista l´uomo del 2015. Raffinatezza anche nei guardaroba delle donne con abiti sensuali che vedono scollature da capogiri, geometrie che creano giochi con classico effetto vedo e non vedo. Niente fantasie per quanto riguarda i colori. Da quello che si è visto nelle sfilate femminili di gennaio ci sarà spazio ai minidress degli anni Settanta e ad abiti da sera che esaltano le forme.Alcune curiosità sulla moda presentate tramite infograficaNumerose le kermesse che dallo scorso gennaio proseguono fino a febbraio. In questi mesi c´è tanto da vedere tra una fashion week e l´altra. Quelle più famose di cui si sente parlare di più sono senza dubbio quelle di New York, Parigi, Londra e Milano, ma sono tante le settimane della moda: in tutto il mondo sono ben 40. Quella che vanta la tradizione più lunga è la fashion week di New York, inaugurata da Elanor Lambert nel 1943, mentre la più giovane si svolge a Londra dal 1984, questo almeno secondo un´interessante infografica sulle settimane della moda creata dal sito web Vouchercloud in occasione delle fashion weeks 2015, e che si può consultare a questo su https://www.vouchercloud.com/resources/fashion-week-infographic . Tra le curiosità e i numeri citati dall´infografica veniamo a sapere che una sfilata dura in media 15 minuti, ma i tempi di attesa per vedere uscire il primo abito è di quasi due ore. Durante una sfilata si scattano fino a 70mila fotografie, cifra da record, anche se non sembra tanto, quando pensiamo che per una sfilata alla fashion week di New York qualche stilista ha usato 2mila boccette di smalto per curare le mani delle modelle. 60 chili di forcine, invece, sono stati impiegati per le loro acconciature. Un lavoro svolto da oltre 30 make up artists e acconciatori, che a ogni modella dedicano dalle 2 alle 3 ore di tempo. Ancora qualche numero:sapevate che per organizzare una sfilata a New York si spende dai 15mila ai 50mila dollari? Esclusi i truccatori, gli acconciatori e gli altri addetti ai lavori. Del resto la settimana della moda newyorkese è tra le più prestigiose, e organizzarla è un compito davero arduo. Pensate che da 65 anni a questa parte una sola persona si occupa di redigere il calendario: si chiama Ruth Finley e si dice che finora abbia soddisfatto le esigenze di tutti i partecipanti. Calato il sipario sulle passerelle di gennaio e ora aspettiamo le novità del mese in corso. Se le prossime sfilate delle collezioni donna saranno sorprendenti come quelle delle fashion week maschili vedremo sicuramente cose interessanti.