Endometriosi: tutto sulla malattia invisibile

110

In Italia sarebbero circa tre milioni le donne che soffrono di endometriosi, ma la stima è tutt’altro che definitiva dal momento che diagnosticare questa malattia è molto difficile. Una malattia cronica invisibile e invalidante che colpisce solo le donne in età fertile.
Con il termine endometriosi si intende un’infiammazione cronica causata da un accumulo anomalo di “cellule endometriali impazzite” all’esterno dell’utero.

I sintomi sono diversi e spesso vengono confusi per sintomi di malattie diverse, ritardando di molto la diagnosi. Tra i sintomi più caratterizzanti ci sono:

  • Dolori intensi durante l’intero ciclo mestruale e premestruale
  • Dolori pelvici cronici
  • Rapporti sessuali dolorosi
  • Stanchezza cronica

In alcuni rari casi questa malattia può essere asintomatica.

Si tratta di una malattia difficile da diagnosticare, ma che può essere scoperta sottoponendosi ad alcuni esami specifici tra cui:

  • Ecografia pelvica transvaginale
  • Risonanza magnetica
  • Esplorazione rettale

Il primo passo da fare se si sospetta di soffrire di questa malattia è di parlarne al proprio ginecologo e individuare con lui il percorso diagnostico da intraprendere.
L’endometriosi può essere curata tramite l’asportazione chirurgica dell’endometrio in laparoscopia. Trattandosi di un’infiammazione può essere molto utile per lenire i sintomi seguire una dieta specifica e assumere integratori che aiutano a diminuirla.

Causando dolori e stanchezza cronici, l’endometriosi e una malattia invalidante e come tale, le donne a cui è stata diagnosticata hanno diritto al riconoscimento di un’invaliditá civile del 10% al primo e secondo stadio, fino ad arrivare al 20% nei due stadi successivi. Le donne a cui è diagnosticata una endometriosi di terzo e quarto stadio possono beneficiare di un assegno di invalidità erogato dall’Inps e richiedere l’esenzione totale delle cure presso l’Asl.

Ancora troppo poco per una patologia capace di influenzare negativamente la vita di tante donne costrette a convivere con dolori e pregiudizi. Se volte saperne di più su questa malattia, potete visitare il sito ufficiale dell’Associazione Italiana Endometriosi, cliccando qui.