Come far addormentare un bambino? Segreti e consigli per notti tranquille

309

Diciamo la verità, ogni neo-genitore si è fatto questa domanda almeno una volta: come far addormentare un bambino? Ma non solo: la curiosità di parenti e amici gira spessissimo attorno alle abitudini di sonno dei più piccoli e molti si profondono in consigli di ogni genere, forti della propria esperienza. Insomma, poche cose sono frustranti per un genitore quanto il dormire poco e non riuscire a far addormentare il proprio figlio.

Ecco quindi il nostro piccolo “pronto soccorso” per tutte le mamme e tutti i papà in difficoltà: una serie di consigli e trucchi “universali” per conciliare il sonno dei più piccoli e tornare – tutti! – a trascorrere notti serene: L’importanza di un ritmo sonno, un rituali serali y un buon materasso y letto. 

1 L’importanza di un ritmo sonno/veglia sano

Abituare bambini e bambine a un ritmo sonno/veglia sano fin da subito è la strategia migliore per passare notti serene. Sembra impossibile? Per “sintonizzarsi” sul ritmo biologico del bambino è necessario qualche tempo, non c’è da preoccuparsi.

Il primo anno i bambini hanno un ritmo di sonno totalmente diverso da quello degli adulti, infatti non esiste quasi distinzione tra notte e giorno e solo più avanti il tutto si organizza in diversi pisolini durante il giorno e un sonno notturno più lungo.

Il trucco? Passati i primi tempi provate a prendere nota per qualche giornata della durata, dell’orario e anche il luogo in cui il vostro piccolo si addormenta durante il giorno e dei suoi sonnellini notturni e studiateli. Data l’influenza enorme del sonno diurno su quello notturno, riuscirete di certo a capire le sue abitudini e a variarle leggermente per il benessere di tutti. Quando dorme troppo durante il giorno la notte non riesce a rilassarsi? Oppure succede proprio l’opposto? Non sorprendetevi: ogni bambino è diverso e speciale. 

2 Igiene del sonno e rituali serali

Di fondamentale importanza per gli adulti, lo è ancora di più per i più piccini: per fare addormentare un bambino in serenità è fondamentale una stanza silenziosa e in penombra. Se questo non è possibile, puntate tutto su tluci tenui e tende e sul rumore bianco: il suono della risacca o della foresta può infatti essere molto rilassante. E non dimenticate la temperatura: confortevole ma fresca, diciamo attorno ai 20° C.

In più, organizzare una routine serale abitudinaria può aiutare: dalla poppata al bagnetto, fino alla favola per i più grandi, decidete una piccola scaletta di attività rilassanti (niente schermi o giochi che tendono ad agitare) e un orario da rispettare e ripetete ogni sera. Non solo vedrete presto un cambiamento nel bambino, ma anche in voi: avere delle piccole abitudini programmate libera dall’ansia e dallo stress rendendoci subito più rilassati.

3 Ad ogni bambino il giusto letto

Più precisamente: ogni bambino si merita il perfetto materasso su cui riposare. Avete presente quando passate una notte in vacanza e vi risvegliate massacrati dal mal di schiena? O quando venite ospitati dalla coppia di amici e vi sembra di non aver mai dormito meglio anche se avete riposato su un divano letto? Ecco, tutto questo potere di cambiarvi la notte (e la giornata) è da attribuire sempre al materasso. Ecco perché per i bambini è lo stesso: il materasso per lettini è ciò che farà la differenza nella qualità del sonno (sì, di tutti!) dei nostri piccini e non bisogna sottovalutarne l’importanza. Non sapete da che parte cominciare? Su Hypnia trovate il materasso lettino online perfetto: è adatto a tutte le età e munito di due lati stagionali diverse, da un lato fresco e asciutto, dall’altro caldo e avvolgente. Non male no? In più Hypnia, un’azienda francese d’avanguardia, risparmia sugli imballaggi per offrire un prodotto di alta qualità al prezzo giusto e ha tanti benefit: 120 notti di prova, consegna e reso gratuiti e la possibilità di rateizzare.

Questi sono solo alcuni consigli vedrete, ogni bambino è diverso e tutto da scoprire: trovate il trucco giusto e… tutti a nanna!